Le culture della Nuova Era
 

Quando lo leggo .... piango.....è davvero successo!

socrate 27 Nov 2014 11:08
Un racconto (traduzione provvisoria) tratto dal libro "Seguire le
istruzioni":

“O voi che dimorate sulla terra! La religione di ******* è per l’amore e
l’unità; non fatene causa di inimicizia e dissenso.” - Bahá'u'lláh -
Stavamo facendo proclamazione di massa in Alaska ed eravamo nella
città di Ketchikan per fare insegnamento in strada. Un gruppo di
cinque insegnanti incontrò un uomo lungo la via e lo fermò per
invitarlo al nostro incontro serale. Quando gli chiesero se avesse mai
sen*****o parlare di Bahà’u’llàh, egli divenne furioso ed aggressivo e i
Bahà’ì pensarono che stesse per aggredirli. Divenne rosso in viso per
la rabbia e gridò: “Conosco il vostro Bahà’u’llàh e ho letto i
vostri libri Bahà’i, voi …”e cominciò a maledire ingiuriosamente e a
gridare: “ voi anti ******* ” Gli insegnanti si scusarono e gentilmente
chiesero venia dicendo: “Ci spiace di averla disturbata ed irritata.
Le auguriamo una buona giornata.” Gli insegnanti proseguirono la loro
strada con le maledizioni di quell’uomo che ancora risuonavano nelle
loro orecchie. Svoltarono l’angolo ed uno di loro disse: “Penso che
sia una di quelle persone che dobbiamo lasciare a stesse e pregare per
loro.” Così tutti recitarono in fretta “Chi può rimuovere le
difficoltà” e proseguirono con l’insegnamento.

A quel tempo, stavano tenendo cicli di preghiere di 24 ore da più di
un anno, dacché la meta dell’Alaska per l’insegnamento di massa era di
insegnare la Fede ad ogni singola anima del Paese o, almeno, di fare
in modo che ogni singola anima sapesse che Bahà’u’llàh è venuto, che
Egli è un Messaggero di ******* e dare ad ognuno la possibilità di
accettare o rifiutare il Suo Messaggio. Così tempestammo di preghiere
le porte del cielo. Essendo in molti, potevano avere da tre a dieci
insegnanti che pregavano ad ogni turno. Questi amici pregavano, ad
esempio, dalle tre alle quattro del mattino, poi un altro gruppo li
sos*****uiva ed essi tornavano a dormire. Anche durante il giorno alcuni
amici rimanevano a pregare per sostenere gli altri insegnanti. Ciò
permetteva anche ai membri della squadra di fare una pausa e di
rinvigorirsi per il lavoro. Sono certo che in molti Paesi in cui siamo
stati in grado di iniziare una veglia di preghiere, questa è stata la
chiave principale del successo nell’insegnamento.

I cinque insegnanti che avevano incontrato l’uomo arrabbiato, furono
tutti messi nei turni di preghiera. Uno pregò dall’1 alle 2 di notte,
un altro dalle 2 alle 3 e così via fino alle 6. Questi cuori preziosi,
senza essersi consultati tra loro, in seguito mi dissero che sin dal
mattino non erano riusciti a togliersi dal pensiero quell’uomo, e
ciascuno di loro, per conto proprio, aveva dedicato a lui l’ora di
preghiera. Molti insegnanti commettono l’errore di leggere
un’istruzione e di seguirne una parte, ad esempio “lasciateli a se
stessi” e trascurano la parte “pregate per loro, che ******* possa
benignamente guidarli.”

Quella stessa sera, mentre giungevano persone per il nostro incontro,
uno di questi insegnanti corse da me e mi disse che il signore
arrabbiato del giorno prima stava entrando nella sala. Io gli andai
incontro e gli dissi che ci spiaceva di aver invaso la sua privacy e
di averlo innervosito lungo la strada. Questo uomo fu molto gentile e
disse di essere venuto a scusarsi per il suo comportamento del giorno
prima. Gli dissi che non c’era motivo ma lui insistette dicendo che la
notte prima non aveva chiuso occhio, non aveva dormito e sapeva che
non avrebbe mai più potuto dormire se non fosse venuto a scusarsi per
la sua cattiva condotta. Accettai le sue scuse e lo invitai ad entrare
per seguire il programma.

Poi mi chiese se sapessi chi fosse l’anti ******* e proseguì dicendo
che era lui l’anti ******* Mi disse: “Ieri, lungo la strada, i Bahà’i
erano come ******* io maledicevo, imprecavo e volevo uccidere,
sicuramente non ero come ******* Sì, io sono l’anti ******* E un’altra
cosa, mentre giacevo sveglio, sono giunto alla conclusione che il mio
ministro di *****to si sbaglia, Bahà’u’llàh è vero e io voglio essere
Bahà’i”.

“Proclama, poi, quel che il Più Grande Spirito ti ispira a pronunciare
al servizio della Causa del tuo Signore, che tu possa accendere le
anime di tutti gli uomini e far volgere i loro cuori verso questa
benedetta e gloriosissima Corte.” - Bahá'u'lláh -



--
bahai per l'unità del genere umano

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Le culture della Nuova Era | Tutti i gruppi | it.cultura.newage | Notizie e discussioni newage | Newage Mobile | Servizio di consultazione news.